Dati Istat: in crescita il fatturato delle case farmaceutiche

Dati Istat alla mano possiamo dire che, dopo un periodo negativo, il fatturato delle aziende farmaceutiche italiane è tornato a crescere nel dicembre del 2014. La crescita è pari allo 0,9% su base annua, mentre rispetto al mercato estero la crescita ha subito un aumento del 7,4%. Si tratta di variazioni molto positive, ma cerchiamo di capire il perché di tutto questo. E’, quindi, aumentata la produzione di prodotti farmaceutici e di preparati farmaceutici (si è registrato un aumento pari al 9,5% su base annua) e il tutto si è accompagnato anche all’aumento degli ordinativi. Nel mese di dicembre 2013, infatti, l’indice grezzo era molto più basso, tanto che, a distanza di un anno ha fatto registrare un aumento del 5,8%. Come si vede, quello farmaceutico è un settore che va in controtendenza. Mentre i settori della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica, apparecchiature elettromedicali ecc, hanno conosciuto un periodo di flessione, questo è cresciuto e ha fatto registrare dei numeri molto interessanti. Si tratta di dati molti interessanti e, per questo motivo, si spera che verranno confermati anche con l’uscita del prossimo bollettino dell’Istat. Si prevede che il 2015 potrebbe essere l’anno di svolta non solo per il settore farmaceutico, ma anche per una ripresa dell’economia in generale. Tutti i settori che hanno fatto registrare un momento di flessione potrebbero, quindi, tornare a sorridere, seppure in maniera lieve. Al momento, i settori che fanno registrate le percentuali più negative sono quello della chimica, dei computer e l’industria petrolifera. Staremo a vedere, naturalmente, cosa accadrà nei prossimi mesi ma, nel frattempo, si deve comunque registrare questa poderosa crescita del fatturato delle case farmaceutiche che, dobbiamo dirlo, è un dato di fatto. Vedremo come si evolverà la situazione, riportando, nel momento in cui verranno resi disponibili, i prossimi dati registrati dall’Istat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *