Denti sani e belli: la loro importanza nei rapporti sociali

Il sorriso è, innegabilmente, un segno esteriore della felicità che ci connette agli altri, ci aiuta a stabilire relazioni positive ed a svolgere con maggiore entusiasmo i compiti che la vita quotidiana ci presenta.
Lo sapete come si dice, no? Sorridi al mondo ed il mondo ti sorriderà. Ma per sorridere apertamente ci vuole una bella dentatura che, neanche a dirlo, deve essere figlia di denti sani. E c’è solo un esperto che può fare molto per noi: il dentista!
Ma torniamo al nostro sorriso. Ridere e sorridere fa bene alla salute e dà una chiara indicazione al nostro cervello sul nostro stato emotivo e su come ci piace sentirci la maggior parte della nostra giornata. Quanto più ci sentiamo positivi, tanto più il nostro cervello cercherà di riprodurre questa piacevole sensazione, contagiando tutta la nostra vita ed anche quella dei nostri amici e familiari.
In questi ultimi anni si sta assistendo ad una corsa per ottenere un sorriso perfetto e di un bianco smagliante. E’ quello per cui, in molti, sono disposti a pagare davvero una piccola fortuna. Ma non tutti. Pare, infatti, che lo stato di salute dei denti di gran parte della popolazione italiana e non sia tutt’altro che brillante. In molti evitano di mettere in mostra la dentatura nelle fotografie o di ridere a crepapelle. Questo stato di cose, come già accennato, sta cambiando e pare che nei prossimi anni, ci sarà un ulteriore incremento del settore soprattutto nella sua parte estetica/cosmetica.
Molti i fattori che ci portano a prenderci cura dei nostri denti:
chi ha un bel sorriso, ha un livello di autostima più alto, si sente più forte ed interessante;
un bel sorriso è la chiave per fare una buona prima impressione;
dal punto di vista culturale, è inaccettabile avere denti macchiati o mancanti.
Ci sono più fattori che incidono sulla nostra voglia di apparire belli, non ultimo le celebrities che mostrano dentature da urlo a prova di vecchiaia. In questo tempo che non si arrende all’inesorabile trascorrere degli anni, preservare o costruire una fila di denti di un bianco accecante, pare che sia una delle conquiste per l’eterna giovinezza.
Estetica a parte, c’è anche una ragione più importante: la bellezza esteriore dei denti coincide con una bocca sana. La bocca, secondo una vecchia credenza medica, è lo specchio del corpo e, dunque, mantenere denti e gengive sani contribuisce alla nostra salute generale.
Detto questo, si può arrivare a perdere una campagna elettorale a causa dei denti ingialliti dalle cattive abitudini, a prescindere dal contenuto del proprio messaggio politico.
Detto questo (che può decisamente sembrare un’esagerazione) non tutti apprezzano le dentature eccessivamente perfette e quel candore che pare pellicola catarifrangente. La maggior parte, infatti, è disposta a spendere per avere una dentatura bella, sana e forte, purché il proprio sorriso rimanga “reale”, credibile.
Quindi, trattamenti di sbiancatura sì, ma faccette che innaturalmente ricoprono i denti no. Questa è una delle differenze tra Stati Uniti d’America e vecchia Europa, ancora legata ad un bel sorriso, ma con la giusta sfumatura che lo rende seducente perché naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *